Come scegliere gli Omega 3 in base alle esigenze? Consigli e guida ai prodotti

Prima di scegliere un buon omega 3 vi sono delle qualità da considerare e alle quali prestare attenzione. Questi integratori sono molto utili nella gestione delle patologie legate al dismetabolismo. Tuttavia, senza delle particolari caratteristiche, potrebbero arrecare danni, anziché  benefici.

Che cosa sono gli Omega 3

Gli Omega 3 appartengono ai cosiddetti grassi polinsaturi essenziali, insieme agli omega 6. Vengono così chiamati perché sono formati da lipidi con doppi legami. Quest’ultimi non riescono ad essere prodotti interamente e in maniera autonoma dal nostro organismo. Proprio per questo motivo dovrebbero essere introdotti obbligatoriamente con la dieta. Sono fondamentali per la corretta composizione delle membrane plasmatiche. Se le quantità di omega  3 presenti nel nostro organismo sono corrette, le membrane cellulari potranno sicuramente funzionare generalmente meglio.

Uno dei precursori fondamentali degli omega 3 è l’acido linolenico, presente soprattutto nei semi di lino e nell’olio di lino. Gli omega 6 normalmente vengono definiti ”infiammatori”, mentre gli omega 3 sono chiamati ”antinfiammatori”. Per evitare che si incomba nella cosiddetta infiammazione cronica silente, bisognerebbe aumentare la quantità di omega 3 da assumere attraverso i cibi che ne sono più ricchi, soprattutto quelli di origine ittica.

Gli Omega 3 per soggetti vegani

La maggior parte degli oli di pesce contengono gli Omega 3. Il problema potrebbe sorgere quando chi dovrebbe assumere questi integratori è un soggetto vegano che quindi non può ingerire nessun tipo di integratore di origine animale. Alcuni soggetti di questo tipo tentano di assumere molti semi o oli di lino nel tentativo che questi si trasformino nel corpo in EPA e DHA. Spesso, però, gli enzimi che attuano questa conversione all’interno dell’organismo sono rallentati da una serie di fattori di seguito analizzati:

  • Eccessivo uso di carboidrati
  • Un consumo eccessivo di acido alfa linoleico (ALA, precursore degli omega 6)
  • Uso di oli vegetali idrogenati, carichi di acidi grassi trans
  • Stress
  • Invecchiamento

Un vegano, dunque, dovrebbe assumere gli integratori a base di alghe che hanno un ottimo contenuto in DHA. Questi apportano la giusta quantità di omega 3 nei soggetti vegani poiché altrimenti ne sarebbero carenti.

Omega 3 per soggetti non vegani: quali assumere

Anche per gli altri soggetti, ovvero coloro che possono ingerire molecole di origine animale, le difficoltà sono non poche. Essendo composti chimici formati da doppi legami, possono essere particolarmente suscettibili alla perossidazione lipidica. Si tratta di una reazione molto dannosa per l’organismo poiché aumenta i radicali liberi. Questa reazione può avvenire in seguito ad un eccessi di radicali liberi, dal calore o dall’esposizione alla luce e all’aria.

Gli integratori di Omega 3, quindi, dovrebbero essere ricoperti da involucri che li proteggono dalla luce e dall’aria. Bisogna dunque porre più attenzione a quelli liquidi, rispetto a quelli in capsule. Inoltre dovrebbero avere al loro interno antiossidanti come astaxantina o vitamina E, che ne impediscono la degradazione.

Spesso però può capitare che alcuni prodotti, data l’estrazione chimica a caldo, utilizzino dei solventi che poi restano nell’integratore e automaticamente finiamo per assumere. Proprio per questo motivo sarebbe importante prediligere integratori estratti a freddo.

Inoltre bisogna sempre considerare se il pesce utilizzato è di allevamento o pescato. Il primo non ha un contenuto sufficiente di omega 3 e quindi un integratore di questo tipo sarebbe carente e povero di queste molecole. E’ da preferire, dunque, quello ottenuto tramite lavorazione a freddo e preferibilmente di pesce pescato, soprattutto nei mari del nord nei quali l’inquinamento è inferiore e la flora e la fauna sono più indicate per creare un’elevata concentrazione di queste molecole in questi tipi di prodotti.

Quanti omega 3 assumere al giorno?

Anche le dosi sono molto importanti e vanno tenute sempre in considerazione. Un soggetto sano dovrebbe assumere 1-3 gr di olio di pesce, così come anche un soggetto cardiopatico. Naturalmente questi valori sono approssimativi, poiché pur parlando di integratori di omega 3, le capsule di olio di pesce non contengono solo questi composti. Sarebbe più indicato, quindi, valutare l’intero contenuto di omega 3 per ogni singola capsula e quindi distribuire la dose giornaliera considerando il quantitativo dei soli omega 3, EPA e DHA. Per questo motivo è opportuno dire che dovrebbe arrivare almeno a 800-1000 mg al giorno. 

 Come stabilire la qualità degli integratori omega 3

La qualità degli omega 3 deve sempre essere presa in considerazione. Per quanto riguarda questi particolari tipi di integratori bisogna sempre valutare gli aspetti del ciclo produttivo, la scelte delle materie prime e la composizione finale. Inoltre vi sono dei requisiti basilari che possono cambiare da un paese all’altro. Alcune aziende, soprattutto quelle di qualità, si rivolgono a enti specializzati che rilasciano certificazioni di qualità ai singoli prodotti. Per quanto riguarda gli integratori di Omega 3 sicuramente le due certificazioni più importanti sono FOS e IFOS.

Perché usare gli integratori di omega 3

Gli integratori di omega 3 più diffusi contengono soprattutto acido decosaesaenoico ed eicosapentaenoico. Questi acidi grassi essenziali vengono anche definiti ALA, EPA e DHA. Come abbiamo precedentemente accennato, l’acido alfa linolenico è l’unico più importante e necessario che può assumere l’essere umano.

Mi chiamo Martina e sono del ’97. Frequento l’Università di Lettere Moderne alla Federico II, a Napoli. Amo la scrittura, l’arte e la letteratura. Ho una forte passione per la danza. Tra le cose che preferisco fare c’è la lettura. Mi piace molto il giornalismo e ho una propensione per la scrittura di tematiche che riguardano integratori per il corpo, in quanto pratico attività sportiva e mi interessa l’argomento.

Back to top
menu
miglioreintegratoreomegatre.it